• Non sa dire la “erre”? Ecco come correggere il rotacismo

    bimba erreSe il vostro bambino gioca con la “luspa” o la sua macchinina è “ossa”, allora questo articololo sul rotacismo vi potrà interessare.

    Il rotacismo è un difetto di pronuncia caratterizzato dall’errata produzione del suono /r/. In italiano questo suono si ottiene facendo vibrare la punta della lingua contro la parte anteriore del palato duro, dietro gli incisivi superiori.

    Generalmente intorno ai 3 anni un bambino è in grado di articolare correttamente tutti i fonemi, il suono /r/ può però comparire più tardi, verso i 4 anni.

    Nel caso le difficoltà linguistiche del bambino interessino solamente il fonema /r/ si può quindi tranquillamente aspettare i 4 anni prima di rivolgersi ad un logopedista ed intraprendere un eventuale trattamento logopedico.

    L’articolazione della /r/ è complessa e richiede una buona padronanza dei movimenti della lingua, la quale può essere ostacolata dalla presenza di una deglutizione di tipo infantile, dal protrarsi dell’utilizzo di ciuccio o biberon o dalla presenza di frenulo linguale corto o malformazioni.

    Il rotacismo si può presentare in varie forme:

    • Il bambino può omettere totalmente il suono /r/ (“ana” invece di “rana”) oppure sostituirlo con altri suoni come ad esempio /l/ (“lana” invece di “rana”), in questi casi è consigliato un intervento logopedico, finalizzato anche a prevenire eventuali ripercussioni nella lettura e nella scrittura.
    • Quando il bambino fa vibrare la parte posteriore della lingua invece della punta si ottine una /r/ “alla francese” o “moscia”. In caso di “r moscia” si può anche decidere di non intervenire essendo questo un difetto di pronuncia diffuso e che non comporta altre problematiche, sarà quindi la famiglia che, valutando i pro ed i contro, sceglierà se intraprendere o meno un’eventuale terapia logopedica.

    Il trattamento logopedico per il rotacismo prevede, dopo una prima fase valutativa, l’eliminazione di eventuali vizi orali e la correzione di eventuali respirazione orale e deglutizione deviata. Dopo aver adeguatamente allenato la muscolatura della lingua tramite appositi esercizi il logopedista insegnerà al paziente come articolare il suono /r/ e come applicarlo nel parlato quotidiano. Importante per il raggiungimento di buoni risultati è il supporto della famiglia che dovrà seguire il bambino nello svolgimento degli esercizi che il logopedista assegnerà da fare a casa.

    Con costanza ed impegno è possibile risolvere il rotacismo anche in età adulta.

    Potete trovare questo articolo anche sul sito Super Kids Out.

One Responseso far.

  1. Johna554 scrive:

    This really is actually fascinating, That you are a quite specialist blogger. Ive joined your rss feed and sit up for looking for more of your excellent post. Also, I have shared your web site in my social networks! deekdegdddce

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>